Nuove ricerche sulla quantita’ di acqua su Marte…

Alcuni studi pubblicati di recente, rivelano che Marte puo’ essere stata, in passato, piu’ fredda di quanto ritenuto finora…

Due lavori pubblicati recentemente sulla rivista Science, segnalano lo sforzo di comprendere quanta acqua effettivamente era sul pianeta nel passato, e quanta ne rimane adesso, informazione che puo’ essere di importanza basilare tanto nella ricerca di eventuali forme di vita, quanto per pianificare eventuali future esplorazioni umane del pianeta rosso.

Uno dei lavori riapre la famosa questione di come fosse l’ambiente su Marte tanti e tanti anni fa. L’analisi della conformazione dei “canali” insieme con altre evidenze, ha spinto infatti diversi planetologi nel passato a ritenere che Marte avesse, nella sua “giovinezza”, un clima assai piu’ confortevole, caldo abbastanza da ospitare acqua liquida, e magari oceani, sulla sua superficie.

Tale quadro e’ messo in forse dai modelli attuali, secondo i quali il pianeta sarebbe stato colpito a piu’ riprese durante la sua storia, da grossi “pezzi di ghiaccio”, larghi anche 200 chilometri: per quanto in seguito a tali urti si possano aver avute modificazioni del clima, tali fenomeni vengono considerati temporanei, destinati in breve a vanificarsi, nell’attesa del successivo impatto.

Secondo gli stessi studi, anche i famosi “fiumi” con relativi “tributari” che spesso avevano fatto pensare ad un trascorso di acqua corrente (nella foto evidenziata una zona che mostra tali caratteristiche – Credit: Mars Odyssey THEMIS public data archive), dovrebbero andare rivalutati, nel senso che l’evidenza che vi sia passata veremente dell’acqua non e’ cosi’ stringente…

Per quanto Marte possa non aver avuto un passato cosi’ “caldo” come si riteneva un tempo, pero’ ha comunque una quantita’ considerevole di acqua che e’ sopravvissuta fino all’epoca attuale in forma ghiacciata. Grandi depositi di ghiaccio sono stati trovati nel passato intorno al polo nord del pianeta e – piu’ di recente – anche sotto la superficie del polo sud. Infatti, uno dei lavori appena pubblicati riporta la prima detezione chiara di acqua in forma ghiacciata intorno al polo sud marziano. Per ottenerla, gli scienziati hanno utilizzato dati dal Thermal Emission Imaging System (THEMIS) a bordo della Mars Odissey, ed anche dal Thermal Emission Spectrometer (TES) a borso del Mars Global Surveyor.
Al di la’ di quanto trovato finora, gli scienziati ritengono che comunque vi sia ancora molta acqua da individuare attorno alla regione del polo sud di Marte…

Approfondimenti sul sito Spaceflightnow (il presente testo e’ una sintesi del testo inglese sul sito)

Related Posts with Thumbnails

Autore: Marco Castellani

Ricercatore astronomo, appassionato di letteratura, musica, computer e programmazione. Marito, papà  di quattro. http://www.marcocastellani.it

  • xhon

    ben io credo che é verro

  • xhon

    ben io credo che é verro