Dal programma Wmap stime accurate sull’eta’ dell’universo…

La NASA ha appena rilasciato delle immagini straordinariamente definite della distribuzione in temperatura del fondo cosmico di microonde, l’echo del Big Bang… le foto piu’ precise dell’universo “bambino” mai realizzate finora.

Alla NASA lo considerano uno dei risultati scientifici pi? importanti di questi ultimi anni. Le nuove immagini sono state “catturate” dagli scienziati utilizzando la sonda Wilkinson Microwave Anisotropy Probe (WMAP) nel corso di un programma osservativo durato un anno intero.


La definizione delle nuove immagini ? ben percepibile in questo confronto con le immagini analoghe della soda COBE dei primi anni ’90 (i cui dati hanno permesso comunque un formidabile progresso della cosmologia)… Le minime fluttuazioni di temperatura della radiazione del fondo di microonde sono mostrate in colori diversi. L’analisi di tali variazioni ? fondamentale per comprendere tempi e modalita’ della formazione delle galassie, e dell’evoluzione stessa dell’universo.

Credits: NASA / Goddard Space Flight Center

Le immagini sono importanti poiche’ il loro dettaglio permette di descrivere l’universo con un’accuratezza senza precedenti. Una delle pi? grosse sorprese portate da questi dati riguarda la prima generazione di stelle, che pare si siano “accese” dopo solo 200 milioni di anni dal Big Bang, assai prima di quanto molti ricercatori si sarebbero aspettati.

In aggiunta (per cos? dire…), l’analisi degli stessi dati fornirebbe un’indicazione piuttosto precisa dell’et? stessa dell’universo, pari a 13,7 miliardi di anni, con un’incertezza straordinariamente piccola, pari all’uno per cento.

Il team di WMAP inoltre ha determinato che i nuovi dati sono pienamente in accordo con la teoria del Big Bang, e dell’inflazione (la fase di rapidissima espansione accaduta, secondo la teoria, pochissimi istanti dopo il “grande scoppio”).

Approfondimenti:

Pubblicato da

Marco Castellani

Ricercatore astronomo, appassionato di letteratura, musica, computer e programmazione. Marito, papà  di quattro. http://www.marcocastellani.me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.