Un “ritratto” assai preciso del sistema Alpha Centauri

Recenti osservazioni condotte con il Very Large Telescope Interferometer (VLTI) dell’ESO, hanno fornito la prima
determinazione diretta della grandezza del disco delle stelle vicine Alpha Centauri A ed Alpha Centauri B, entrambe di tipo solare.

Insieme con altri dati provenienti da osservazioni fotometriche e astrosismiche, le nuove osservazioni concorrono a formare un quadro sostanzialmente completo di queste stelle. E’ inoltre assai importante il fatto che siano piuttosto simili al sole, poiche’ questo ha permesso di confrontare i dati per queste stelle, le meglio conosciute ormai, con le prescrizioni teoriche per le stelle di tipo solare. L’accordo piuttosto buono tra teoria ed osservazioni indica come la struttura e l’evoluzione delle stelle del tipo del nostro Sole sia ormai abbastanza ben conosciuta (pur rimanendo ancora aperti taluni interrogativi concernenti la modellizzazione delle zone convettive, etc…)



Nella foto (Credits: ESO) viene mostrata la posizione del sistema triplo Alpha Centauri nel cielo: l’altra stella che compone il sistema ? chiamata Proxima, ed ? indicata nella figura in basso a destra.

Approfondimenti ed altre immagini nella press release ESO

Pubblicato da

Marco Castellani

Ricercatore astronomo, appassionato di letteratura, musica, computer e programmazione. Marito, papà  di quattro. http://www.marcocastellani.me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.