Una lente naturale ad altissima potere risolutivo…

Un team di astronomi ha individuato una “lente naturale” capace di risolvere dettagli cosi' minuti da distinguere un'ampiezza pari a  10 micro arcosecondi, misura equivalente a vedere un cubetto di zucchero sulla Luna…!
 

La “lente” e' formata da una nuvola di gas interstellare, e lavora tramite il proncipio della scintillazione, dove gli addensamenti all'interno della nubed i gas creano una densita' di carica capace di indirizzare e focalizzare la luce che la attraversa. Questa tecnica, denominata “Earth-Orbit Synthesis” sara' utilizzata innanzitutto per studiare i buchi neri nei quasar piu' lontani, sicche' per ora non e' da attendersi stupende immagini di oggetti vicini a noi…



Credits immagine: www.astrobio.net

Vi e' anche disponibile un'intervista (in lingua inglese) con  Hayley Bignall, ricercatrice del Joint Institute for Very Long Baseline Interferometry in Europe (JIVE), dove spiega la tecnica dell'uso della “scintillazione interstellare” per effettuare osservazioni e misure altrimenti impossibili da effettuare sulla Terra…

Fonte della notizia:
http://slashdot.org/article.pl?sid=04/02/22/1730254

Altri links:
L'intervista con Hayley Bignall

Pubblicato da

Marco Castellani

Ricercatore astronomo, appassionato di letteratura, musica, computer e programmazione. Marito, papà  di quattro.
http://www.marcocastellani.me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *