Telescopio Spaziale: addio allo Spettrografo

Telescopio Spaziale: Addio Allo Spettrografo. Hubble continua a perdere colpi senza che, al momento, si possa porvi rimedio. Uno dei suoi strumenti, lo spettrografo STIS, installato nel 1997 durante la seconda missione di manutenzione del telescopio spaziale, ? stato disattivato per malfunzionamenti.

L’evento risale a marted? scorso ma ? stato annunciato in un comunicato NASA venerd? 6 agosto. La prima conseguenza del malfunzionamento ? che mediamente il tempo di utilizzo del telescopio normalmente dedicato alle osservazioni con lo STIS (mediamente il 30%) sar? ora utilizzato per osservazioni con i rimanenti strumenti. E di osservazioni pronte da realizzare ve ne sono molte: si pescher? quindi nella lunga lista d’attesa.

Ma il pensionamento dello STIS – che la Nasa non prevedeva di sostituire gi? prima delle recenti e contestate scelte di non effettuare l’ultima missione di manutenzione e aggiornamento del telescopio – significa anche dare l’addio a uno strumento che si ? rivelato fondamentale. Al suo impiego si devono infatti la conferma indipendente dell’et? dell’universo (tramite la scoperta delle nane bianche pi? fredde della nostra galassia); un censimento esteso di galassie che ha permesso di individuare un numero sorprendente di buchi neri al centro delle stesse; la prima misurazione della composizione chimica di un pianeta extrasolare; e la prova di collisioni ad alta velocit? nei gas della supernova SN1987A.

A cura di Daniele Cossu


Articolo riprodotto per gentile concessione del sito di UAI.


http://www.uai.it/index.php?tipo=A&id=483

Related Posts with Thumbnails

Autore: Marco Castellani

Ricercatore astronomo, appassionato di letteratura, musica, computer e programmazione. Marito, papà  di quattro. http://www.marcocastellani.it