Dalle Cefeidi, una importante conferma della validita’ della scala delle distanze…

Grazie alla notevole risoluzione spaziale del Very  Large Telescope Inteferometer, un gruppo di astronomi francesi e svizzeri e' riuscito a misurare direttamente la variazione nel diametro angolare durante il ciclo pulsazionale, di quattro stelle Cefeidi nell'emisfero sud…

Combinando questi dati con le misure spettroscopiche di velocita' radiale, questo ha permesso agli astronomi di ottenere stime molto accurate della distanza di queste stelle in maniera “quasi geometrica” (prescindendo dal complesso calcolo dei modelli atmosferici di queste stelle)  nonche' di calibrare il “punto zero” della relazione periodo-luminosita' delle stelle Cefeidi (tale relazione, nota da tempo, correla il periodo di pulsazione di queste stelle alla loro luminosita' intrinseca, ed e' importantissimo per poter ottenere delle stime di distanza).

La cosa molto interessante che e' venuta fuori, e' che i valori appena ottenuti del “punto zero” della relazione periodo-luminosita', sono esattamente quelli ottenuti durante precedenti misure, a precisione piu' bassa, ottenuti dal satellite Hipparcos dell'ESA. L'ottimo accordo tra queste misure indipendenti, di fatto, aumenta in maniera rilevante la nostra confidenza nella validita' della “scala delle distanze cosmiche” (che si appoggia in maniera rilevante alla relazione periodo-luminosita' delle Cefeidi) attualmente in uso.

http://www.eso.org/outreach/press-rel/pr-2004/pr-25-04.html

Related Posts with Thumbnails

Autore: Marco Castellani

Ricercatore astronomo, appassionato di letteratura, musica, computer e programmazione. Marito, papà  di quattro. http://www.marcocastellani.it