Il vento solare e la corona

L'atmosfera esterna del sole, la cosiddetta corona, si estende fino a varie volte il diametro del Sole…

Essa per? pu? essere vista in modo corretto con luce naturale dalla Terra, solamente durante l'eclissi di Sole, poich? ? milioni di volte pi? debole della fotosfera che ? la superficie visibile del Sole. A causa della sua alta temperatura il plasma coronale ? altamente ionizzato e la corona ? pertanto visibile in una variet? di linee di emissione. La maggior parte di queste linee non sono visibili; al fine di osservare quelle, nelle gamme di lunghezze d'onda ultraviolette e raggi-x, che sono assorbite dall'atmosfera della Terra, dobbiamo necessariamente collocare uno strumento ottico nello spazio. Il Sole emette continuamente un plasma magnetizzato noto come vento solare che deriva dal riscaldamento della corona. La corona ? avviluppata da campi magnetici che in alcune zone formano anelli chiusi mentre in altre aperti, quasi in modo circolare verso lo spazio esterno. Le zone con campo magnetico aperto sono pi? fredde ed appaiono pi? scure di quelle a campo magnetico chiuso : esse sono chiamate buchi coronali e sono la sorgente delle veloci correnti di vento solare.Le rilevazioni compiute dalla sonda SOHO che analizza la corona e misura la composizione del vento solare che ne proviene, ci stanno aiutando a comprendere il modo in cui il vento solare subisce un'accelerazione.

Pubblicato da

Marco Castellani

Ricercatore astronomo, appassionato di letteratura, musica, computer e programmazione. Marito, papà  di quattro.
http://www.marcocastellani.me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *