Hubble e SLOAN, un “potente duo” a caccia di lenti gravitazionali…

Gli astronomi hanno combinato insieme i dati forniti da due importantissime “realta” della moderna astronomia, ovvero il ben noto telescopio spaziale Hubble, e la Sloan Digital Sky Survey (SDSS), al fine di identificare ben 19 nuove oggetti la cui immagine ci arriva deformata per il passaggio attraverso una “lente gravitazionale”…

L’aggiunta ? numericamente significativa, poich? le lenti gravitazionali conosciute finora erano circa un centinaio. Tra queste “nuove” 19, inoltre, otto sono state trovate con un cosiddetto “Anello di Einstein”, che ? forse la pi? elegante manifestazione del fenomeno della lente gravitazionale

Image Hosted by ImageShack.us

La nuova stupenda “galleria” di Anelli di Einstein…

Credit: NASA, ESA, A. Bolton (Harvard-Smithsonian CfA) and the SLACS Team

Ricordiamo che la lente gravitazionale ? semplicemente l’effetto della deviazione dei raggi luminosi a opera di un oggetto di grande massa (che dunque altera lo spazio tempo nel suo intorno, in accordo con la teoria della relativita’ generale), che si frappone tra l’oggetto che stiamo osservando e la Terra… Gli anelli di Einstein sono prodotti quando due galassie risultano quasi perfettamente allineate, una dietro l’altra…



http://hubblesite.org/newscenter/newsdesk/archive/releases/2005/32/

Related Posts with Thumbnails

Autore: Marco Castellani

Ricercatore astronomo, appassionato di letteratura, musica, computer e programmazione. Marito, papà  di quattro. http://www.marcocastellani.it