Hubble trova evidenze per la “segregazione di massa” in 47 Tuc

Il telescopio spaziale Hubble ha fornito agli astronomi la prima decisa evidenza del fenomeno della “segregazione di massa”…

Il fenomeno della segregazione di massa, per il quale le stelle si sistemerebbero a distanze diverse dal centro di un ammasso  a seconda della loro massa (quelle più grandi tendendo progressivamente a portarsi verso il centro, quelle più piccole invece migrando verso le zone più esterne), era stato da tempo sospettato per gli ammassi globulari galattici, ma finora non se ne erano avute prove dirette come quella appena ottenuta.

Credit:  NASA, ESA and G. Meylan (Ecole Polytechnique Federale de Lausanne)

Usando la Wide Field Planetary Camera 2  insieme con la ben più moderna Advanced Camera for Surveys a bordo di Hubble, alcuni astronomi hanno acquisito dieci insieme di immagini multiple della regione centrale dell'ammasso globulare galattico 47 Tucanae. Le immagini coprono una distanza pari a sei anni luce dalla zona del centro dell'ammasso. A questo punto, misurando accuratamente le posizioni di ben 130.000 stelle in ognuna di queste immagini, si è riusciti a monitorare nel tempo il moto (per quanto minimo, osservato dalla Terra) di queste stelle all'interno dell'ammasso. In pratica, si sono ottenute velocità accurate per quasi 15.000 stelle nell'ammasso! Notare che questo è sen'altro il più esteso campione di velocità stellari mai ottenute….

HST Press Release

Pubblicato da

Marco Castellani

Ricercatore astronomo, appassionato di letteratura, musica, computer e programmazione. Marito, papà  di quattro. http://www.marcocastellani.me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.