Dimmi la tua “chimica”, ti dirò da dove vieni…

Alcuni astronomi hanno annunciato la scoperta di grandi quantità di una varietà poco usuale di ossigeno, contenuta in due tipi di stelle molto rare. Vi sono evidenze che tale peculiare abbondanza potrebbe spiegarsi con lo scenario di fusione tra una coppia di stelle nane bianche…

Tali inusuali stelle sono definite “hydrogen-deficient” (HdC) e R Coronae Borealis (RCB). Essenzialmente, entrambi questi tipi si caratterizzano per il fatto di possedere una percentuale assai modesta di idrogeno – un elemento che di norma costituisce circa il 90% della maggior parte delle stelle.

Piuttosto sorprendente invece, il fatto che tali stelle contengano una percentuale circa 1000 volte più elevata dell’isotopo “ossigeno-18” rispetto a stelle “normali” come il Sole. La scoperta di quantità anormali di tale isotopo si è ottenuta con osservazioni spettroscopiche effettuate dal Near-Infrared Spectrograph (GNIRS) montato sul telescopio da 8 metri “Gemini”, in Cile.


Una simulazione del processo di fusione tra due nane bianche

Credits: sito web di “Gemini”


Stimolati da tale scoperta, il gruppo di astronomi ha condotto una simulazione delle reazioni nucleari che dovrebbero accadere durante un evento di fusione di due tipi di stelle in fase di nana bianca, una idea originariamente proposta per spiegare l’origine delle stelle di tipo RCB già nel 1984.

La cosa interessante è che i risultati mostrano della simulazione spiegano molto bene i valori riscontrati di “ossigeno-18” osservati in queste stelle. Durante il processo di fusione, infatti, quando le reazioni nucleari sono all’opera, la temperatura pare si mantenga “nè troppo elevata nè troppo bassa”, ma esattamente del valore richiesto per spiegare la produzione di “ossigeno-18”. E’ una evidenza piuttosto importante, poichè dalla teoria dell’evoluzione stellare, sappiamo bene come il valore di temperatura sia una quantità importante nel determinare il tipo e la abbondanza di elementi che provengono dalle reazioni nucleari all’interno delle stelle…



Gemini Press Release

Pubblicato da

Marco Castellani

Ricercatore astronomo, appassionato di letteratura, musica, computer e programmazione. Marito, papà  di quattro. http://www.marcocastellani.me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.