I bizzarri esagoni di Saturno…

Una peculiare struttura a forma di esagono, che circonda l’intero polo nord di Saturno, ha appena (ri)catturato l’attenziona degli scienziati che seguono la missione Cassini della NASA…

Per dire il vero, questa curiosa struttura geometrica, era già stata identificata dalle sonde Voyager 1 e 2, più di 20 anni fa. Ora il semplice fatto che appaia anche nelle immagini restituite da Cassini indica che, qualsiasi cosa sia, è comunque una struttura che permane nel tempo. Inoltre, il potere risolutivo di Cassini fa sì che si renda visibile anche un secondo esagono, decisamente meno brillante rispetto a quello “storico” già individuato dalle precedenti missioni Voyager. Lo spettrometro di Cassini, in banda visibile ed infrarossa, è in ogni caso il primo strumento a catturare l’intero esagono in una sola immagine.


La curiosa struttura esagonale su Saturno, vista da Cassini…

Credits:NASA/JPL/University of Arizona

“E’ certamente una caratteristica molto strana, soprattutto per la configurazione geometrica molto precisa, con sei lati praticamente uguali”, ha detto Kevin Baines, esperto atmosferico e membro del team dello strumento di Cassini che ha individuato l’esagono sulla superficie di Saturno. “Non abbiamo mai visto niente di simile su nessun altro pianeta. Tra l’altro, la densa atmosfera di Saturno con moti a conformazione circolare, dominati da circolazione di celle convettive, è forse proprio l’ultimo posto dove ti aspetteresti una figura geometrica esagonale, eppure c’e’…”

Pubblicato da

Marco Castellani

Ricercatore astronomo, appassionato di letteratura, musica, computer e programmazione. Marito, papà  di quattro.
http://www.marcocastellani.me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.