Scoperta la sessantesima luna del pianeta Saturno

Proprio così: ora Saturno è arrivato a quota sessanta, in termini del numero di lune che sono state scoperte…

La luna numero sessanta in orbita intorno a Saturno è stata trovata utilizzando la potente camera a largo angolo a bordo della sonda Cassini. Come spiega Carl Murray,
del team di scienziati che controlla la sonda, “stavo guardando alcune immagini nella regione vicino alle lune di Saturno Methone e Pallene e qualcosa ha attirato
la mia attenzione…”.




La piccola “nuova” luna di Saturno…

Credits: NASA/JPL/Space Science Institute

La luna appena scoperta è apparsa per la prima volta in forma di un puntino molto debole in una serie di immagini di Cassini del sistema di anelli di Saturno,
il 30 maggio di quest’anno. Dopo la scoperta, Murray e i suoi collaboratori hanno giocato ai “detective interplanetari”, cercado segni della presenza della “nuova”
luna nella voluminosa libreria composta dalle immagini acquisite finora dalla sonda Cassini.

Tale lavoro si è dimostrato fruttuoso: gli scienziati sono riusciti a localizzare numerose detezioni aggiuntive, nelle immagini del
periodo tra giugno 2004 e giugno 2007. Tali dati rendono possibile stabilire in maniera soddisfacente l’orbita di tale luna, parametro importante per la conoscenza
del sistema di Saturno e per la missione Cassini stessa (e per missioni future). A proposito della nuova luna, chiamata per ora “Frank” (in attesa di un nome più appropriato), non si può proprio dire sia “gigantesca”.. è larga infatti appena un paio di chilometri e, come molte delle sue “vicine”, è composta principalmente
da ghiaccio e roccia. E’ la quinta luna scoperta dagli scienziati che seguono la sonda Cassini.

Murray e collaboratori avranno la possibilità in tempi non troppo
lontani di studiare bene la luna Frank: la traiettoria di Cassini infatti è tale che la sonda passerà a meno di 12.000 chilometri dalla piccola luna nel mese di dicembre del 2009.



NASA/JPL Press Release

Related Posts with Thumbnails
Print Friendly, PDF & Email

Autore: Marco Castellani

Ricercatore astronomo, appassionato di letteratura, musica, computer e programmazione. Marito, papà  di quattro. http://www.marcocastellani.me