La storia di formazione dell’asteroide Vesta

L’asteroide chiamato Vesta 4 è il secondo per dimensioni in tutto il Sistema Solare, ed è confinato tra le orbite di Marte e di
Giove. A quanto risulta da indagini recenti, si è formato molto presto, diventando solido e cristallizando entro i primi dieci milioni di anni dalla formazione del Sistema Solare. Come fanno a saperlo gli scienziati? Ne hanno trovato un pezzetto sulla Terra: un frammento di Vesta infatti è stato appena scoperto in Antartide, un piccolo frammento che ci rivela informazioni importanti
sulla storia del nostro Sistema Solare…

Le nuove informazioni provengono da uno studio condotto da ricercatori dell’Università di Toronto, in Canada. L’oggetto
della loro indagine è un meteorite vulcanico scoperto in Antartide durante una recente campagna. La roccia spaziale
contiene piccoli cristalli di un minerale chiamato zircone, che corrisponde molto bene alla “impronta chimica” dell’asteroide
Vesta. Appartiene ad una classe di oggetti chiamati eucriti – meteoriti che si sono formati da attività vulcanica.




L’asteroide Vesta 4

Credits: NASA

Gli scienziati ritengono che Vesta si sia rapidamente scaldato,e poi fuso in un nucleo di metallo e silicati, con un processo
piuttosto simile a quanto accaduto sulla Tera milardi di anni fa. Si ritiene che l’energia per tale processo sia stata
fornita dal decadimento radioattivi di alcuni tipi di minerali, molto abbondanti nelle fasi iniziali del Sistema Solare.



La notizia su Universe Today

Pubblicato da

Marco Castellani

Ricercatore astronomo, appassionato di letteratura, musica, computer e programmazione. Marito, papà  di quattro. http://www.marcocastellani.me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.