Dagli archivi Hubble, cinquantanove belle immagini di galassie in interazione

Ben 59 nuove immagini di galassie in mutua interazione sono state rilasciate dal team del telescopio
spaziale Hubble, la più estesa raccolta di questo tipo mai rilasciata fino ad ora. Come possono mostrare
queste sorprendenti fotografie, la “collisione” di galassie produce una incredibile varietà di intricate e
complesse strutture,spesso assai differenti tra loro…

Sappiamo da tempo che le galassie sovente non si sviluppano ed evolvono in “splendido isolamento”, ma spesso
si trovano ad interagire – e talvolta a fondersi – tra loro, formano nuovi ambienti galattici anche assai
diversi da quelli di origine. Ora una serie di ben 59 nuove immagini di galassie “in collisione” è stata
costruita “raspando” nei diversi terabytes di dati archiviati dal team del telescopio spaziale Hubble, ed
è stata rilasciata al pubblico per celebrare il diciottesimo anniversario del lancio del telescopio stesso.

Vale senz’altro la pena di guardare con calma queste immagini, che davvero stupiscono per la varietà incredibile
di configurazioni di ambienti galattici che sono state acquisite…




Lo “zoo” delle galassie in interazione, qui mostrate le “migliori” 12 immagini…

Credits: NASA, ESA, the Hubble Heritage Team (STScI/AURA)-ESA/Hubble Collaboration and A. Evans (University of Virginia, Charlottesville/NRAO/Stony Brook University), K. Noll (STScI), and J. Westphal (Caltech)

La pagina della notizia sul sito


SpaceTelescope.org


ospita una serie nutrita di diverse immagini a varie risoluzioni (consiglio di non perdere almeno
la galleria estesa di
tutte le galassie disponibili), tutte da ammirare, nonchè una buona serie di link (si veda
alla fine dell’articolo originale) di indubbio interesse per approfondire diverse tematiche relative alle galassie e alla ricorrenza
del lancio di Hubble. Certo va specificato sempre che la lingua adottata è l’inglese, ma è comunque un inglese spesso
abbastanza comprensibile per chi un poco ne mastichi (e poi le immagini spesso, come si dice… parlano da sole!)

Pubblicato da

Marco Castellani

Ricercatore astronomo, appassionato di letteratura, musica, computer e programmazione. Marito, papà  di quattro. http://www.marcocastellani.me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *