La supernova in NGC 2397, vista da Hubble…

Le immagini più recenti del telescopio spaziale Hubble ci regalano una dettagliata visione della galassia a spirale NGC 2397. che include anche
una rara immagine degli stadi avanzati di una supernova, la SN 2006bc, scoperta nel marzo di due anni fa…

NGC 2397, mostrata in queste belle immagini di Hubble, è una classica galassia a spirale, con lunghe striature di polvere che percorrono l’estensione
dei suoi bracci, percepibili nella figura come strati più “scuri” al confronto con gli ambienti più illuminati dalla luce stellare. La risoluzione
davvero eccellente di Hubble permette di studiare questi ambienti (le galassie a noi più prossime), per molte parti, addirittura “stella per stella”.

Posta a circa sessanta milioni di anni luce dalla Terra, NGC2397 appare nel complesso abbastanza tipica,
nell’assortimento delle varie popolazioni stellari:
le stelle più vecchie si trovano infatti nelle zone più centrali, evidenziate con i colori gialli e rossi, mentre la formazione stellare
continua solo nelle zone più periferiche e lungo i bracci di spirale – ben evidenziata da stelle di colore più blu.
E’ interessante notare che le stelle
più luminose tra quelle giovani blu, possono essere appunto rilevate individualmente,
tramite la Advanced Camera for Surveys (ACS, la camera ad alta risoluzione di Hubble.




L’immagine della galassia a spirale NGC2397 (cliccando sulla foto potrete ammirarla in formato più esteso: merita davvero…!)

Credits: NASA, ESA e Stephen Smartt (Queen’s University Belfast, UK)

Una caratteristica peculiare di questa immagine di Hubble è la presenza della supernova SN 2006bc, fotografata nel momento in cui la luminosità
era in diminuzione. E’ stato un team di astronomi irlandesi, guidati dal Professor Stephen J. Smartt a richiedere l’immagine, come parte di un
progetto a lungo termine dedicato allo studio delle supernovae derivare dallo scoppio delle stelle di massa più elevata. Vi sono diverse
cose ancora non note nel fenomeno dell’esplosione a supernova, che spingono gli studiosi ad analizzare con grande interesse immagini simili
a questa: tra l’altro, ancora non è chiaro quali tipi di stelle possano arrivare alla fase
esplosiva, come pure la massa minima che un oggetto stellare deve possedere perchè il fenomeno di supernova si possa verificare…



SpaceTelescope.org Press Release

Pubblicato da

Marco Castellani

Ricercatore astronomo, appassionato di letteratura, musica, computer e programmazione. Marito, papà  di quattro.
http://www.marcocastellani.me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *