Scienziati NASA individuano il più piccolo buco nero conosciuto

Utilizzando una tecnica innovativa, due scienziati della NASA hanno identifiato il più piccolo buco nero conosciuto finora.
Con una massa pari solamente a 3,8 volte quella del Sole ed un diametro inferiore ai 30 chilometri, il buco nero
è davvero sul limite della grandezza minima prevista per buchi neri stellari…

Per molti anni gli astronomi hanno cercato di capire quale fosse il limite inferiore per la massa dei buchi neri, e la
scoperta attuale appare certo un grosso passo avanti nella risoluzione del dilemma. Il piccolo buco nero si trova in un sistema binario della Via Lattea,
noto come XTE J1650-500, nella costellazione del cielo del sud chiamata “Ara”.




Una illustrazione del sistema binario che contiene il piccolo buco nero

Credits: NASA/CXC/A. Hobar

Il satellite NASA
Rossi X-ray Timing Explorer (RXTE) ha scoperto il sistema già nel 2001. Gli astronomi hanno presto realizzato che questo
ospita una stella “normale” e un buco nero davvero piccolo: tuttavia fino al momento attuale non erano state condotte
misure di sufficiente precisione per poter quantificare esattamente la massa del buco nero. La tecnica usata ora per
determinarne la massa si basa sull’accuarata analisi della variazione del segnale in banda X che proviene dalla materia
in caduta sul buco nero stesso, e precisamente sulla frequenza delle sue variazioni “quasi periodiche” (QPO), che risultano
legate alla massa del buco nero stesso.



NASA Press Release

Pubblicato da

Marco Castellani

Ricercatore astronomo, appassionato di letteratura, musica, computer e programmazione. Marito, papà  di quattro. http://www.marcocastellani.me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.