Rivelata la natura della bassa atmosfera di Plutone

Per quanto ormai derubricato dal ruolo di pianeta vero e proprio, Plutone continua ad essere oggetto di indagine e – a quanto pare – a riservarci delle interessanti sorprese…

Questa volta ad attirare l’attenzione degli astronomi, è la bassa atmosfera del “pianeta nano”. Grazie al Very Large Telescope di ESO, infatti, è stato possibile ottenere nuove informazioni riguardo la composizione degli strati più vicini al suolo.

Una rappresentazione artistica della superficie di Plutone (Credits: ESO)
Una rappresentazione artistica della superficie di Plutone (Credits: ESO)

In particolare sono stati trovate quantità di gas metano insolitamente elevate, e si è anche potuto scroprire come l’atmosfera sia più calda della superficie di ben 40 gradi (sebbene nel complesso raggiunga appena la temperatura di -180 gradi Celsius, a motivo della grande lontananza dal caldo Sole…!).

Si ritiene al momento che queste proprietà dell’atmosfera di Plutone siano dovuta alla presenza di “riserve” di metano puro, oppure anche a strati ricchi di metano che coprono la superficie del pianetino…

ESO Press Release

Pubblicato da

Marco Castellani

Ricercatore astronomo, appassionato di letteratura, musica, computer e programmazione. Marito, papà  di quattro. http://www.marcocastellani.me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *