Un centro galattico come non si era mai visto

spitzer20091110-a-browse

Spettacolare immagine ottenuta dalle osservazioni combinate in luce infrarossa ed X. La radiazione, in parte oscurata dalla polvere, rivela un’intensa attività molto vicino al “core” galattico.
Crediti: NASA, ESA,SSC, CXC, STScI

 

di Sabrina Masiero, Università degli Studi di Padova

Per celebrare (in modo singolare) l’Anno Internazionale dell’Astronomia 2009 (IYA2009), i grandi osservatori della NASA, ossia l’Hubble Space Telescope, lo Spitzer Space Telescope e il Chandra X-ray Observatory, hanno fornito un’immagine spettacolare e unica nel suo genere della regione centrale della nostra Galassia. Le osservazioni, infatti, sono state compiute tenendo conto della radiazione infrarossa e X, che filtra attraverso la polvere che oscura il centro galattico e che rivela un’intensa attività vicina al “core” galattico.
Il centro della nostra Via Lattea è localizzato all’interno della regione brillante di colore chiaro (alla destra dell’immagine).

Il contributo fornito da ognuno dei telescopi è in varie bande (e dunque in vari colori):

– il giallo rappresenta le osservazioni compiute dall’Hubble Space Telescope nel vicino infrarosso. Queste osservazioni delineano le regioni di alta energia dove nuove stelle stanno nascendo e rivelando, allo stesso tempo, centinaia di migliaia di stelle.

– Il rosso rappresenta le osservazioni nell’infrarosso compiute dallo Spitzer Space Telescope. La radiazione e i venti stellari creano un arrossamento delle nubi di polvere che mostrano delle strutture molto complesse simili a gocce sferiche e compatte o a filamenti.

– Il blu e violetto rappresentano le osservazioni in X compiute dal Chandra X-ray Observatory. I raggi X vengono emessi dal gas riscaldato fino a milioni di gradi dalle esplosioni delle stelle e prodotti dalla fuoriuscita di materia dal buco nero supermassicci nel centro della Galassia. La chiazza luminosa di colore blu a sinistra della foto, è l’emissine da un doppio sistema di stelle che contiene probabilmente o una stella a neutroni oppure un buco nero.

Mettendo insieme queste osservazioni in vari colori, il risultato finale è una delle immagini più dettagliate mai avute prima del misterioso core della nostra Galassia.

Per ulteriori informazioni, visitate il sito della NASA: http://www.nasa.gov/topics/universe/features/milkyway_heart.html .

Sabrina Masiero

Pubblicato da

Sabrina

Ph Doctor in Astronomy (University of Padova, Italy). Translator of the Official Comic Book of the International Year of Astronomy 2009 (IYA2009), "The Lives of Galileo" by Fiami. Member of The Climate Summit Italia. 2013- Project GAPS (Global Architecture of Planetary Systems)-HARPS-N at INAF-Osservatorio Astronomico di Padova and Telescopio Nazionale Galileo (TNG)-Fundacion Galileo Galilei (La Palma, Canary Islands).

2 pensieri su “Un centro galattico come non si era mai visto

  1. Bellissima foto e bella e informativa la descrizione nell'articolo!! Grazie Sabrina sono sempre più contento della nostra collaborazione. Spero soltanto che tu non ti abbia a stancare presto, è molto prezioso il lavoro che fai qui! 😉

    Alla prossima,
    Marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.