Nessuna parola da Phoenix

di Sabrina Masiero, Dipartimento di Astronomia dell’Università degli Studi di Padova – INAF, Osservatorio Astronomico di Padova

Un disegno artistico di Odyssey. Crediti: NASA/JPL.

L’orbiter Mars Odyssey della NASA ha completato tutti e trenta i sorvoli, che erano stati programmati tra il 18 e il 21 gennaio 2010, sul sito del landing di Phoenix senza rivelare alcuna voce da parte del lander. Ulteriori “campagne di ascolto” verranno condotte in febbraio e marzo. Il sito del landing di Phoenix riceverà molto più luce solare nei prossimi mesi, ma il lander è poco probabile che sarà in grado di risvegliarsi dopo i duri inverni marziani ai quali non era stato progettato per resistere. Phoenix ha lavorato due mesi in più rispetto ai tre previsti dalla missione, nel marzo 2008.

Altre informazioni sono disponibili sul sito del JPL: http://www.jpl.nasa.gov/news/news.cfm?release=2010-024&icid=’NewsFeaturesHome’ .

Sabrina Masiero

Pubblicato da

Sabrina

Ph Doctor in Astronomy (University of Padova, Italy). Translator of the Official Comic Book of the International Year of Astronomy 2009 (IYA2009), “The Lives of Galileo” by Fiami. Member of The Climate Summit Italia.
2013- Project GAPS (Global Architecture of Planetary Systems)-HARPS-N at INAF-Osservatorio Astronomico di Padova and Telescopio Nazionale Galileo (TNG)-Fundacion Galileo Galilei (La Palma, Canary Islands).

Un commento su “Nessuna parola da Phoenix

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *