Discovery sulla rampa di lancio

di Sabrina Masiero

Negli ultimi tre decenni lo Space Shuttle è stata una macchina favolosa, fulcro delle missioni spaziali americane. Per il suo ultimo volo nello spazio, Spaceflight Now ha realizzato un servizio fotografico davvero eccezionale della sisemazione del Discovery sulla rampa di lancio 39A, avvenuta lo scorso 21 settembre 2010.

Le foto sono di Ben Cooper e Justin Ray – Spaceflight Now.

Fonte Spaceflight Now: http://www.spaceflightnow.com/shuttle/sts133/100921onpad/

Sabrina

Pubblicato da

Sabrina

Ph Doctor in Astronomy (University of Padova, Italy). Translator of the Official Comic Book of the International Year of Astronomy 2009 (IYA2009), "The Lives of Galileo" by Fiami. Member of The Climate Summit Italia. 2013- Project GAPS (Global Architecture of Planetary Systems)-HARPS-N at INAF-Osservatorio Astronomico di Padova and Telescopio Nazionale Galileo (TNG)-Fundacion Galileo Galilei (La Palma, Canary Islands).

7 pensieri su “Discovery sulla rampa di lancio

  1. Fantastico, belle queste foto… fanno ben capire quale gigantesca “impresa moderna” collettiva sia l’intero progetto degli Shuttle… Grazie Sabrina!

  2. Si sa nulla del nuovo mezzo che dovrà sostinuire gli shuttle? Ricordo che fino ad una decina di anni fa se ne parlava parecchio, poi più nulla di fatto. So che la Nasa sta attraversando un periodo di altissima crisi economica con conseguenti tagli a un po’ tutti i progetti ed eliminazione di alcuni molto dispendiosi, come il ritorno sulla Luna…
    Non vorrei si finisse come con le missioni Apollo: messe in disparte per troppo tempo hanno portato alla perdina del know how (o forse solo l’interesse) sul come trasportare una manciata di pionieri sul sassolino lì su

      1. Si, avevo visto nei “programmi a breve” il ritorno all’esplorazione in capsule (che non è un riferimento all’uso di stupefacenti sintetici). Peccato! Ricordo il progetto dello Shuttle2 che era dotato di un’apertura alare simile ma superficie maggiore. Forse questo tipo di veicoli è più adatto alle alte quote o sub-orbitali… Però lo Shuttle si avvicinava più agli stereotipi di astronavi della fantascienza, e questo ha sempre favorito i sogni di esplorazione

      2. Verissimo, lo Shuttle è più suggestivo di tante altre opzioni di esplorazione spaziale. E c’è da dire che, nonostante alcuni incidenti anche gravi, ha contribuito moltissimo sia alla scienza che alla tecnologia dello spazio.. Peccato che al momento non ci sia una linea sicura e decisa su cosa avverrà dopo.. ma la recessione colpisce anche (e soprattutto) negli investimenti di questo tipo, temo..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.