Intorno alla supernova 1987A

Supernova 1987A. Cortesia: HubbleSite – NewsCenter: http://hubblesite.org/newscenter/archive/releases/2010/30/image/a/format/large_web/ .

Un team internazionale di astronomi utilizzando l’Hubble Space Telescope ha individuato un aumento di luminosità dell’emissione dalla supernova 1987A. I risultati, che compaiono nella rivista “Science” di questa settimana, sono coerenti con le previsioni teoriche su come le supernove interagiscono con l’ambiente galattico in cui si trovano.

Il team di ricercatori ha osservato il residuo di supernova in luce ultravioletta, nell’ottico e nel vicino infrarosso. In particolare, è stato studiato l’interazione tra il materiale espulso dall’esplosione stellare e l’anello luminoso che circonda i resti di supernova.

L’anello di gas è stata probabilmente perduto circa 20.000 anni prima dell’esplosione della supernova. Delle onde d’urto che si sono formate dall’impatto del materiale espulso sull’anello hanno creato circa 30-40 “hot spot” (macchie luminose) nell’anello stesso. Questi spot luminosi probabilmente cresceranno e si fonderanno insieme nei prossimi anni per formare un cerchio continuo, come fosse incandescente alla nostra osservazione. Un video su YouTube disponibile su:

http://www.youtube.com/watch?v=4AT71_n7CFQ

mostra l’andamento nel corso del tempo di questo anello, dal 1994 al 2006.

Due immagini tratte dal video su You Tube e ottenute dall’Hubble Space Telescope: la prima in alto risale al 1994 e la seconda, più in basso, al 2006. Mostrano l’evoluzione nel tempo dell’anello che circondano il supernova remnant della supernova 1987A. Cortesia Video: Peter Challis; NASA.

Stiamo osservando l’effetto di una supernova nella galassia circostante, tenendo conto anche di come l’energia depositata da queste esplosioni stellari modifica la dinamica e la chimica dell’ambiente”  ha affermato Kevin Francia del Center for Astrophysics and Space Astronomy presso il Boulder Research Associate Kevin France dell’Università del Colorado.

Possiamo utilizzare questi nuovi dati per comprendere come i processi della supernova regolano l’evoluzione delle galassie.”

Scoperta nel 1987 nella Grande Nube di Magellano, la supernova 1987A è l’unica stella più vicina alla Terra che è stata osservata esplodere dal 1604 in poi.

Fonte HubbleSite: http://hubblesite.org/newscenter/archive/releases/2010/30/
You Tube: http://www.youtube.com/watch?v=4AT71_n7CFQ

Sabrina Masiero

Related Posts with Thumbnails

Autore: Sabrina

Ph Doctor in Astronomy (University of Padova, Italy). Translator of the Official Comic Book of the International Year of Astronomy 2009 (IYA2009), "The Lives of Galileo" by Fiami. Member of The Climate Summit Italia. 2013- Project GAPS (Global Architecture of Planetary Systems)-HARPS-N at INAF-Osservatorio Astronomico di Padova and Telescopio Nazionale Galileo (TNG)-Fundacion Galileo Galilei (La Palma, Canary Islands).

  • mcastel

    Ottimo articolo su una delle mie “supernovae preferite”… come sempre corredato di ottime foto e video.. grazie Sabrina e bentornata attiva su GruppoLocale!! 😉

  • sabrina

    Marco, grazie a te. Ho trovato prima il video (e non mi pareva completo, dato che si fermava al 2006 con i dati dell’Hubble) poi l’articolo recentissimo. Ho pensato di fare un mixer di entrambi…

  • Marco, grazie a te. Ho trovato prima il video (e non mi pareva completo, dato che si fermava al 2006 con i dati dell’Hubble) poi l’articolo recentissimo. Ho pensato di fare un mixer di entrambi…