Vent’anni di Hubble

In occasione del ventennale del lancio del telescopio spaziale Hubble, uno dei progetti scientifici più ambiziosi mai realizzati, per alcuni giorni pubblichiamo una serie di spettacolari immagini che hanno rivoluzionato l’astronomia moderna.

Chiamato Hubble in omaggio al famoso scienziato Edwin Hubble (1889-153), scopritore dell’espansione dell’universo, il telescopio spaziale è frutto di una collaborazione internazionale tra l’agenzia spaziale americana, la NASA, e quella europea, l’ESA.

Messo in orbita nel 1990 dallo shuttle, il telesocpio ha un diametro di 2,4 metri di diametro che permette di osservare l’universo a lunghezza d’onda non accessibili dalla superficie terrestre a causa dello strato atmosferico che blocca totalmente o in parte la radiazione in ben particolari regioni spettrali. Esso permette di ottenere immagini di una nitidezza impressionante, senza il problema del famoso “scintillio” che le stelle presentano per effetto della turbolenza atmosferica.

Sei missioni shuttle sono state programmate ed eseguite per mantenere funzionante tutta strumentazione a bordo di Hubble. Ogni volta gli astronauti hanno rimosso stumenti obsoleti o guasti, sostituito computer e giroscopi e installato nuovi strumenti, lasciando un telescopio spaziale nuovo, sempre più potente e tecnologicamente sempre più avanzato.

Sabrina

Related Posts with Thumbnails