Aurora boreale

L’aurora boreale (o luci del nord, “Northern Lights”) deriva dal nome della Dea romana dell’alba, Aurora, e dal nome greco dell vento del Nord, Boreale. Le aurore hanno avuto numerosi nomi nel corso del tempo. Molte popolazioni indigene del Nord America immaginano le aurore come “la danza degli Spiriti”. In Europa, durante il Medioevo, le aurore erano comunemente ritenute un segno divino.

In queste due fote l’aurora boreale fotografata da Francis Anderson. Disponibile su TRIGGERPIT.com .

Un’aurora boreale sopra l’isola di Kvaløya, vicino a Tromsø, Norvegia ripresa il 13 dicembre 2009.  Foto ottenuta con una lung esposizione (30 secondi);  si nota lo scintillio delicato delle stelle. Regolando il contrasto, è emersa pure la scia di una meteora, appartenente alla famiglia delle Geminidi (metà dicembre).

Sia le aurore che le meteore si manifestano in alta atmosfera terrestre ad altitudini di circa 100 chilometri. Le aurore sono prodotte da particelle cariche della magnetosfera, mentre le meteore sono scie di polvere cosmica.
Crediti e Copyright: Hansen G. Bjørnar.

Sabrina

Pubblicato da

Sabrina

Ph Doctor in Astronomy (University of Padova, Italy). Translator of the Official Comic Book of the International Year of Astronomy 2009 (IYA2009), "The Lives of Galileo" by Fiami. Member of The Climate Summit Italia. 2013- Project GAPS (Global Architecture of Planetary Systems)-HARPS-N at INAF-Osservatorio Astronomico di Padova and Telescopio Nazionale Galileo (TNG)-Fundacion Galileo Galilei (La Palma, Canary Islands).

3 pensieri su “Aurora boreale

  1. Sabrina, sono immagini fantastiche. Spero nella mia vita che prima o poi mi trovi ad osservarne una direttamente… deve essere uno spettacolo indescrivibile…!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.