Ritratto di famiglia da Messenger

Cortesia NASA. Disponibile su: http://www.nasa.gov/multimedia/imagegallery/image_feature_1868.html . Crediti: NASA, Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory, Carnegie Institution of Washington.

La sonda Messenger della NASA ha fornito il primo ritratto del nostro Sistema Solare, combinando 34 immagini prese dalla Wide Angle Camera il 3 e il 16 novembre 2010. Il mosaico, messo insieme in un periodo di tempo di alcune settimane, comprende tutti i pianeti ad eccezione di Urano e di Nettuno che erano troppo deboli per essere osservati.

Il 17 marzo 2011 Messenger diventerà la prima sonda a orbitare intorno a Mercurio. Si spera che le informazioni orbitali possano fornire nuove risposte su come pianeti simili alla Terra, come lo è Mercurio, possano assemblarsi ed evolvere.

In realtà, non possiamo dimenticare la spettacolare immagine che subito dopo il fly by della sonda Voyager 2 con Nettuno, il Voyager 1 inviò a Terra nel 1986 del nostro sistema solare, immagine ripresa da una distanza di circa 30 unità astronomiche, 30 volte la distanza Terra-Sole.


Disegno che mostra la sequenza di fotogrammi ripresi dal Voyager 1 per ottenere le immagini dei pianeti del nostro sistema solare.

I pianeti in primo piano: dall’alto verso il basso e da sinistra verso destra: Venere, Terra, Giove, Saturno, Urano e Nettuno.

Cortesia NASA.

Sabrina

Pubblicato da

Sabrina

Ph Doctor in Astronomy (University of Padova, Italy). Translator of the Official Comic Book of the International Year of Astronomy 2009 (IYA2009), "The Lives of Galileo" by Fiami. Member of The Climate Summit Italia. 2013- Project GAPS (Global Architecture of Planetary Systems)-HARPS-N at INAF-Osservatorio Astronomico di Padova and Telescopio Nazionale Galileo (TNG)-Fundacion Galileo Galilei (La Palma, Canary Islands).

Un pensiero su “Ritratto di famiglia da Messenger

  1. Grazie Sabrina, è stupendo! Sono contento che tu lo abbia potuto postare! Ti auguro un buon fine settimana.. bello anzi spaziale !! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.