Full Frame di Vesta

Vesta ripreso dalla sonda Dawn. Image credit: NASA/JPL-Caltech/UCLA/MPS/DLR/IDA disponibile sul sito del JPL-NASA: http://www.jpl.nasa.gov/spaceimages/details.php?id=PIA14317

La sona DAWN della NASA ha ottenuto questa immagine dell’intera superficie dell’asteroide Vesta con la sua telecamera di bordo lo scorso 24 luglio 2011. E’ stata presa da una distanza di circa 5 200 chiloemtri. Dawn è entrato in orbita attorno a Vesta lo scorso 15 luglio e trascorrerà un anno in orbita attorno all’asteroide della Fascia Principale, popolato da oltre 35 000 corpi noti tra l’orbita di Marte e quella di Giove.

Il prossimo obiettivo della missione è un incontro ravvicinato con il pianeta nano Cerere che ha un diametro di poco inferiore ai 1 000 chilometri e che è il rappresentante maggiore della Fascia Principale degli Asteroidi.

La superficie di Vesta. Disponibile su: http://www.jpl.nasa.gov/spaceimages/details.php?id=PIA14318

Questa seconda immagine (cliccare per ingrandire) è in realtà un mosaico di immagini della regione equatoriale dell’asteroide, ottenuta attraverso il filtro pancromatico sulla framing camera sempre lo scorso 24 luglio 2011. La foto è stata presa ad una distanza di circa 5 200 chilometri dalla superficie.

La missione Dawn su Vesta e Cerere viene gestita dal Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena, California per il Science Mission Directorate della NASA, a Washington D.C. E’ un progetto del Discovery Program, gestito dal Marshall Space Flight Center ad Huntsville, Alabama.

La framing camera che ha ottenuto queste immagini è finanziata dalla NASA,dal Max Planck Society e dal DLR, l’Agenzia Spaziale Tedesca. Per ulteriori informazioni su Dawn: http://www.nasa.gov/dawn.

Sabrina

Pubblicato da

Sabrina

Ph Doctor in Astronomy (University of Padova, Italy). Translator of the Official Comic Book of the International Year of Astronomy 2009 (IYA2009), "The Lives of Galileo" by Fiami. Member of The Climate Summit Italia. 2013- Project GAPS (Global Architecture of Planetary Systems)-HARPS-N at INAF-Osservatorio Astronomico di Padova and Telescopio Nazionale Galileo (TNG)-Fundacion Galileo Galilei (La Palma, Canary Islands).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.