Un po’ di sole, ogni settimana…

Nel novembre dello scorso anno l’Immagine della settimana per il Solar and Heliospheric Observatory (brevemente, SOHO) ha raggiunto un traguardo notevole, come ci specifica il sito della NASA: la sua cinquecentesima edizione. L’immagine settimanale da SOHO gode ormai di una popolarità più che ottima. La formula è molto semplice: ogni settimana il team sceglie una immagine, o un video, particolarmente significativa, e la pubblica in una apposita pagina web, insieme ad un breve commento.

La serie di immagini “della settimana” (o del “giorno”) è un accadimento ormai non troppo infrequente per i siti di divulgazione astronomica; probabilmente il più famoso è l’incontrastato APOD, Astronomical Picture of the Day. Tuttavia diversi altri siti presentano immagini scelte periodicamente come più rappresentative, e seguirle è un buon modo per imparare e per familiarizzarsi con un pezzetto di universo, giorno per giorno. Se volete c’è anche l’ammasso globulare del giorno, che guadagna volta per volta la prima pagina del Galactic Globular Clusters Database (per trasparenza, va forse detto che lo cura il sottoscritto… va beh, mica potevo non citarlo…!)

Uno "sbaffo" dal sole così, non poteva non guadagnarsi il titolo di "Immagine della settimana" per SOHO/STEREO !!

Il progetto SOHO è una collaborazione tra ESA (cioè l’agenzia spaziale europea) e NASA. La sonda SOHO è stata ideata allo scopo di studiare la struttura interna del Sole, la sua estesa “atmosfera” ed anche l’origine del vento solare, il flusso di particelle altamente ionizzate che fuoriescono in continuazione dal Sistema Solare verso gli spazi esterni.

L’immagine della settimana, partita soltanto con SOHO, ha poi potuto inaugurare una fruttuosa sinergia: dal 2006 anche i dati provenienti dalla sonda STEREO (Solar Terrestrial Relation Observatory) sono stati inclusi nelle edizioni settimanali: da allora la ribalta è concessa allo strumento i cui dati, volta per volta, sembrano poter guadagnare l’attenzione più vasta.

E tutti insieme, ci aiutano a capire che il nostro sole è molto più complesso ed esuberante di quanto avremmo forse pensato.

Le stelle stanno a guardare, magari sì. Ma non sono tanto immobili!

Related Posts with Thumbnails

Autore: Marco Castellani

Ricercatore astronomo, appassionato di letteratura, musica, computer e programmazione. Marito, papà  di quattro. http://www.marcocastellani.me