L’astronauta Shannon Lucid si ritira

I sei astronauti della NASA mandati a bordo dello Space Shuttle Atlantis il 22 marzo 1996 per la STS-76 missione. Andando da sinistra a destra e dalla prima fila verso la seconda, troviamo gli astronauti Ronald M. Sega, specialista di missione; Kevin P. Chilton, comandante della misisone Richard A. Searfoss, pilota. Alle loro spalle, da sinistra vi sono gli specialisti di missione Michael R. (Rich) Clifford, Shannon W. Lucid, e Linda M. Godwin. Fonte: NASA: http://nix.larc.nasa.gov/info;jsessionid=h1ngg3dpfeksk?id=MSFC-9515822&orgid=11

Va in pensione una delle più famose astronaute americane, Shannon Lucid.

Shannon Lucid si è ritirata dalla sua attività alla NASA dopo oltre tre decenni di servizio come membro del primo gruppo di astronauti selezionati dalla NASA che aveva incluso anche equipaggio femminile per le misisoni spaziali.

Veterana con ben cinque voli spaziali a bordo dello Shuttle, Lucid ha registrato 223 giorni nello spazio dall’agosto 1991 al giugno 2007, detenendo il record femminile del maggior numero di giorni in orbita. E’ anche l’unica donna americana ad aver avuto un periodo di servizio a bordo della stazione spaziale russa MIR, vivendo e lavorando per più di 188 giorni, la più lunga permanenza di un astronauta americano su navicelle russe. Il suo record a bordo della MIR è rimasto imbattibile fino al 2006, superato dalla collega Suni Williams.

“Shannon è una donna e una ricercatrice straordinaria. Ha spianato la strada a molti di noi” ha affermato Peggy Whitson, Direttore dell’Ufficio Astronauti della NASA presso il Johnson Space Center di Houston. “Era un’astronauta modello per le missioni di lunga durata, e sia quando volava nello spazio sia quando serviva come CapCom, (Capsule Communicator, Communicatore di Capsula), durante le ore notturne per il nostro Shuttle e i membri della stazione spaziale, ha sempre portato un sorriso sulle nostre facce”.

Dopo aver conseguito un Dottorato di Ricerca in Biochimica, Lucid fu selezionata dalla NASA nel 1978. Entrò a far parte insieme ad altre cinque donne del primo gruppo femminile di astronaute dell’Agenzia Spaziale Americana. Le sue prime prime tre missioni Shuttle furono missioni di messa in orbita di satelliti. In particolare, la missione STS-51G del 1985 recuperò il satellite SPARTAN; la missione STS-34 in 1989 permise di mettere in orbita Galileo per l’esplorazione diGiove; mentre la STS-43 in 1991 fu utile per il quinto satellite del tipo Tracking and Data Relay Satellite (TDRS-E), la sua quarta missione Shuttle STS-58 in 1993 si focalizzò su esperimenti medici e su test di natura ingegneristica.

Lucid viaggiò a bordo dello Shuttle Atlantis per la missione STS-76 nel marzo 1996 (l’immagine di apertura mostra l’equipaggio della missione nella foto ufficiale), missione diretta verso la stazione spaziale russa, MIR. Compì numerosi esperimenti di scienze biologiche e fisiche durante il periodo in orbita. Tornò dalla stazione spaziale a bordo dello Shuttle Atlantis nella missione STS-79 nel settembre 2996.
Nel 2002 Lucid lavorò come ricercatore capo della NASA presso il Quartier Generale a Washington. Ritornò al Johnson nell’autunno del 2003 e riprese incarichi di tipo tecnico nell’Ufficio Astronauti. Servì come CapCom nel Mission Control Center per numerosi equipaggi dello Space Shuttle e della Stazione Spaziale Internazionale, rappresentando l’ufficio dell’equipaggio di volo e fornendo una voce amica per decine di amici e colleghi nello spazio.

Per una biografia completa di Shannon Lucid si veda: http://www.jsc.nasa.gov/Bios/htmlbios/lucid.html

Fonte NASA- Legendary Astronaut Shannon Lucid Retires from NASA: http://www.nasa.gov/home/hqnews/2012/jan/HQ_12-038_Lucid_Retires.html

Sabrina

Related Posts with Thumbnails

Autore: Sabrina

Ph Doctor in Astronomy (University of Padova, Italy). Translator of the Official Comic Book of the International Year of Astronomy 2009 (IYA2009), "The Lives of Galileo" by Fiami. Member of The Climate Summit Italia. 2013- Project GAPS (Global Architecture of Planetary Systems)-HARPS-N at INAF-Osservatorio Astronomico di Padova and Telescopio Nazionale Galileo (TNG)-Fundacion Galileo Galilei (La Palma, Canary Islands).