STEREO: cinque anni di grande ricerca

Questa immagine mostra un’iniezione di massa coronale (CME) del 20 maggio 2011 come è stata ripresa dalla sonda STEREO della NASA ottenuta da una rielaborazione artistica con il veicolo spaziale che si sovrappone al Sole, a sinistra in primo piano.

Il 25 ottobre 2011 è stato festeggiato il quinto compleanno del lancio delle sonde gemelle Solar TErrestrial Relations Observatory (STEREO). In questi anni le sonde, una che precede la Terra e l’altra che la segue nel suo moto, si sono spostate in una posizione lungo la loro orbita ai lati opposti del Sole fornendo  una visione completa a 360° della nostra stella.

L’attività è iniziata il 6 febbraio 2011, proprio un anno fa. Nel prossimi mesi/anni i due satelliti continueranno a muoversi più lontano dalla Terra, nel lato opposto del Sole fino al 2015 continuando il loro viaggio fino a quando non si troveranno di nuovo vicino alla Terra nel 2019.

Crediti NASA/SDO/Holly Zell.

Una rappresentazione artistica della sonda STEREO. Crediti NASA.

Fonte NASA: http://www.nasa.gov/mission_pages/sunearth/news/gallery/stereo-5years.html

Ulteriori informazioni: http://www.nasa.gov/mission_pages/stereo/news/five-years.html

Sabrina

Related Posts with Thumbnails

Autore: Sabrina

Ph Doctor in Astronomy (University of Padova, Italy). Translator of the Official Comic Book of the International Year of Astronomy 2009 (IYA2009), "The Lives of Galileo" by Fiami. Member of The Climate Summit Italia. 2013- Project GAPS (Global Architecture of Planetary Systems)-HARPS-N at INAF-Osservatorio Astronomico di Padova and Telescopio Nazionale Galileo (TNG)-Fundacion Galileo Galilei (La Palma, Canary Islands).

  • Anonimo

    Tenere sotto controllo le emissioni di plasma espulse dalla corona solare è diventato di fondamentale importanza per la nostra civiltà in quanto le particelle cariche possono indurre perturbazioni geomagnetiche, possono inibire temporaneamente i sistemi di navigazione terrestre e satellitare, e in casi eccezionali produrre seri guai alle centrali elettriche, è questo il motivo per cui la meteorologia spaziale assume ogni giorno un ruolo preventivo di maggiore efficacia.

    Vincenzo