Un alto numero di richieste alla NASA per diventare astronauta

In questa immagine John Grunsfeld, PhD in astronomia e astronauta della NASA. Ha partecipato a cinque missioni di servizio per la riparazione dell’Hubble Space Telescope. La sua prima visita in Italia è avvenuta nell’ottobre 2010, a Venezia, in occasione dei venti anni di attività del Telescopio Spaziale.

Più di 6 300 persone hanno fatto richiesta alla NASA per diventare astronauta inviando una richiesta tra il 15 novembre 2011 e il 2 gennaio 2012, la seconda volta che si registra un picco vertiginoso nelle domande. Dopo un processo di accurata selezione iniziale, che comprende dei colloqui e delle visite mediche, 9-15 persone saranno selezionate per entrare a far parte del 21° gruppo di astronauti.

“Questo è un grande momento per far parte della famiglia della NASA” ha affermato l’Amministratore Charles Bolden. I nuovi futuri astronauti aiuteranno l’Agenzia a raggiungere traguardi più elevati creando un’economia nazionale americana migliore e duratura nel tempo.

L’Ufficio di Selezione Astronauti esaminerà le domande per individuare coloro che sono in possesso dei requisiti minimi richiesti dalla NASA. Successivamente un gruppo più allargato, composto per lo più da astronauti ancora attivi, esaminerà le domande per determinare quali individui sono altamente qualificati. Le persone saranno invitate al Johnson Space Center per una intervista e i vari controlli medici.

“Siamo alla ricerca di persone che realmente si distinguono” ha affermato Peggy Whitson, Direttore dell’Ufficio Astronauti presso il Johnson Space Center della NASA e Presidente della Commissione che giudicherà gli astronauti. “Il nostro team non solo prenderà in esame il background accademico e il curriculum professionale, ma anche altri elementi della loro personalità e i vari tratti caratteriali – quali gli hobby e le esperienze di vita. Vogliamo un insieme di persone con competenze eterogenee per questa nuova esplorazione umana”.

La NASA prevede di annunciare la selezione finale dei candidati astronauti nella primavera del 2013.

I candidati astronauti selezionati avranno due anni di formazione iniziale. I soggetti includono i sistemi della stazione spaziale, la lingua russa e la formazione delle competenze per le passeggiate spaziali. A coloro che completeranno la formazione saranno assegnati compiti tecnici all’Ufficio Astronauti al Johnson Space Center e, infine, le missioni.

In generale, le richieste alla NASA oscillano tra le 2 500 e le 3 500. La più alta risposta si è verificata nel 1978 con ben 8 000 richieste. Questo è il secondo record di richieste ricevute.

Per ulteriori informazioni sugli astronauti della NASA si visiti il sito: http://www.nasa.gov/astronauts/flynasa.html
Astronaut Selection Program: http://astronauts.nasa.gov/; Astronaut Selection: http://astronauts.nasa.gov/default.htm; Candidate Program: http://astronauts.nasa.gov/content/broch00.htm

Fonte NASA: NASA Receives Second Highest Number Of Astronaut Applications – http://www.nasa.gov/home/hqnews/2012/feb/HQ_12-041_ASCAN.html

Sabrina

Related Posts with Thumbnails

Autore: Sabrina

Ph Doctor in Astronomy (University of Padova, Italy). Translator of the Official Comic Book of the International Year of Astronomy 2009 (IYA2009), "The Lives of Galileo" by Fiami. Member of The Climate Summit Italia. 2013- Project GAPS (Global Architecture of Planetary Systems)-HARPS-N at INAF-Osservatorio Astronomico di Padova and Telescopio Nazionale Galileo (TNG)-Fundacion Galileo Galilei (La Palma, Canary Islands).

  • In realtà mi sembra un numero esiguo 6.300 aspiranti… pensavo le richieste sarebbero state ben altre, ma forse hanno valutato solo quelle dagli ambiti professionali, tipo militari, piloti ed ingegneri qualificati.

    Il dubbio l’ho sul discorso “creando un’economia nazionale americana migliore e duratura nel tempo.”: ma non stanno usando razzi russi? Ed il progetto Orion non è ancora “ai piedi del pero” (traduzione letterale di un modo di dire calabrese, significa che sono ancora indietro con lo sviluppo)?