I dati dell’ISAC-CNR confermano giugno 2012 come il mese più caldo degli ultimi due secoli

La Terra vista dallo spazio. Crediti NASA.

Secondo i risultati dell’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Bologna il mese di giugno 2012 è risultato il terzo mese più caldo degli ultimi duecento anni.

Secondo alcuni dati di carattere statistico forniti dai meteo-climatologi dell’ISAC-CNR sull’intensità e sulla persistenza delle ondate di calore, il mese di giugno 2012 si classica come il terzo più caldo degli ultimi due secoli, facendo registrare un’anomalia di +2,57°C rispetto alla media di riferimento, quella tra il 1971-2000.

In vetta alla classifica, come anni più caldi, si posizionano il 2003 con un’anomalia di +4,80°C e il 1822 con un valore di +3,09°C.

Oltre che molto caldo, il mese di giugno 2012 è stato anche parecchio secco, finendo al quarto posto nella classifica tra i mesi di giugno degli ultimi due secoli, con un deficit di piovosità di oltre il 70% rispetto alla media del periodo.

Invece, i mesi di giugno del 1945, del 1879  e del 1928 sono risultati i più asciutti con delle anomalie pari a -76%, -77% e -78% rispettivamente.

Sabrina

Pubblicato da

Sabrina

Ph Doctor in Astronomy (University of Padova, Italy). Translator of the Official Comic Book of the International Year of Astronomy 2009 (IYA2009), "The Lives of Galileo" by Fiami. Member of The Climate Summit Italia. 2013- Project GAPS (Global Architecture of Planetary Systems)-HARPS-N at INAF-Osservatorio Astronomico di Padova and Telescopio Nazionale Galileo (TNG)-Fundacion Galileo Galilei (La Palma, Canary Islands).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *