Come un astronauta vedrebbe Marte in orbita

watch?v=v06EmDQcsy0&feature=player_detailpage

Questo video è stato ottenuto dalla combinazione di circa 600 singole immagini catturate dal Visual Monitoring Camera (VMC) a bordo del Mars Express durante la sua 819-esima orbita il 27 maggio 2010 tra le ore 02.00 e le 09.00 UTC (04.00-11.00 CEST) ed è stato trasmesso a Terra solo poche ore dopo alla Stazione dell’ESA di 35 m, New Norcia Deep Space Station in Australia.

La parte del filmato dove il pianeta, al di sotto della sonda, era oscurato, è stata ampiamente rimossa in quanto non era visibile alcun dettaglio.

I vulcani su Marte. Immagine ricavata dal video dell’ESA. Crediti ESA.

Le immagini mostrano la lenta discesa della sonda dall’alto del pianeta, con un’accelerazione fino al massimo avvicinamento possibile e poi un rallentamento con l’aumentare dlela distanza dal pianeta. All’inizio del video sono visibili i vulcani marziani all’inizio della copertura del ghiaccio intorno al polo sud marziano mentre la sonda passava sopra il lato notturno del pianeta.

Phobos, un puntino nero sulla parte inferiore del disco, ripresa dalla sonda dell’ESA, Mars Express. Immagine ricavata dal video. Crediti ESA.

Poco dopo emergendo dal lato illuminato del pianeta rosso, si osserva il meraviglioso Polo Nord, seguito dal lungo percorso fino all’equatore. Alla fine del video, il disco del satellite di Marte, Phobos, attraversa dall’alto in basso il campo di vista (qui sopra).

Crediti ESA.

Sabrina

Related Posts with Thumbnails