[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/bbcode.php on line 112: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/functions.php on line 4505: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /includes/functions.php:3706)
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/functions.php on line 4507: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /includes/functions.php:3706)
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/functions.php on line 4508: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /includes/functions.php:3706)
[phpBB Debug] PHP Notice: in file /includes/functions.php on line 4509: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /includes/functions.php:3706)
GruppoLocale Forum • Leggi argomento - Come la scienza "usa" il web?


Area discussioni associata al sito GruppoLocale.it

Attenzione: il presente forum non è da considerarsi più attivo. La discussione continua sul nuovo forum "Incroci", al quale siete inviati ad iscrivervi. Grazie!

Come la scienza "usa" il web?

Link e risorse presenti in rete. Segnalazioni ed approfondimenti

Come la scienza "usa" il web?

Messaggioda Marco » 04/06/2011

Il web è una opportunità unica per diffondere contenuti, questo non sarebbe nemmeno necessario dirlo... Ma volevo porre una questione specifica: secondo voi questo strumento è usato con piena efficienza dagli organismi "istituzionali" per diffondere contenuti ad un vasto pubblico?

Ho in mente siti come quello di Chandra, o della NASA, che da diversi anni svolgono un ottimo lavoro di divulgazione. Visitando questi siti si capisce come notevole attenzione e risorse vengano profuse oltreoceano nella divulgazione, anche tramite web. Anche la sua declinazione "2.0" viene debitamente presa in considerazione, se si considera come la NASA e tanti altri organismi scientifici sono presenti ed attivi su Twitter e Facebook (anche da qui le mie perplessità verso tutti i proclami di "bloccare facebook" al lavoro considerandolo solo come uno strumento di distrazione - come certamente può essere - e non come uno strumento di comunicazione - come di fatto ormai è)

Ho la sensazione che noi italiani siamo ancora un pò indietro in questo senso. Da relativamente poco tempo il sito istituzionale INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) ha aperto la sua sezione "media" in un'ottica di divulgazione che finalmente è (abbastanza) accattivante; ha fatto il suo sbarco su Facebook, anche. Tuttavia ho l'impressione che in tanti sensi noi si sia ancora in inseguimento più o meno affannoso di quello che avviene altrove... che ne pensate? Come "usa" il web la nostra scienza?
Marco Castellani
INAF - Rome Astronomical Observatory
http://about.me/marcocastellani

"Solo lo stupore conosce"
(Gregorio di Nissa)
Avatar utente
Marco
Amministratore
 
Messaggi: 53
Iscritto il: 27/11/2010
Località: Roma, Italia

Re: Come la scienza "usa" il web?

Messaggioda Ricardo L. Garcia » 04/06/2011

E fondamentalmente un problema di relazioni pubbliche....
Ricardo L. Garcia
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 04/06/2011

Re: Come la scienza "usa" il web?

Messaggioda cincimenica » 05/06/2011

Forse prima di parlare di come viene usato il WEB dalle istituzioni scientifiche per fare divulgazione, sarebbe opportuno parlare dei due argomenti, divulgazione scientifica e WEB, separatamente.

Innanzitutto esiste, secondo me, in Italia una cronica diffidenza verso la scienza in generale e verso lo sviluppo tecnologico in particolare.
Se é vero,che da tutte le parti si parla della scienza e dello svilupo tecnologico come di un aspetto essenziale per l'avanzamento anche economico della nazione,in realtà pochi considerano, la scienza come un elemento fondante della cultura dell'individuo e dunque della società.
Non so all'estero, ma in Italia si tende a considerare cultura soltanto quella umanistica.
Si considera molto colta la studentessa che ama la filosofia e la letteratura,non altrettanto quella che é appassionata di scienza e tecnologia....anzi, talvolta, viene considerata persino un po' strana!
La matematica é considerata materia per pochi eletti; si sente dire in continuazione che per la matematica bisogna "essere portati"....non mi risulta di aver mai sentito parlare di persone "non portate per la letteratura"!
La fisica? Meglio lasciar perdere....ai colloqui di lavoro, tutte le volte che si parla del titolo di studio mi dicono, "Ah, vedo che lei é laureata in fisica...é proprio una cervellona!"....ma capisco dalla loro faccia che pensano che sono, nella migliore delle ipotesi, una tipa originale e, nella peggiore, una fesacchiotta che ha studiato una cosa molto difficile e assolutamente inutile!
La chimica é per considerazione unanime pericolosa e via discorrendo......
In un ambiente come questo credo sia in generale molto difficile fare divulgazione scientifica.
Infatti alla difficoltà di spiegare ai più, argomenti spesso complessi, si unisce il grande disinteresse per la materia trattata.
Giusto per farvi ridere aggiungo che quando era all'università avevo qualche problema ad andare a comprare "Le scienze". Sapere perchè? il mio edicolante piazzava regolarmente la pubblicazione tra le riviste porno...evidentemente non aveva ben chiaro l'argomento!

E che dire invece dell'uso di Internet???
Siamo sinceri l'uso di internet é stato incrementato molto grazie a Facebook; fino a tre o quattro anni fa, lo si usava veramente poco.
Non solo per problemi di connessione ( esistono tutt'ora varie zone del paese non collegate o collegate in modo assolutamente inefficiente), ma anche perché non é considerato di grande utilità.
Per altro vi sono ancora molte persone ( e non parlo soltanto di anziani) che un PC neppure sanno accenderlo e se gliene parli ti dicono " no,no a me i computer non interessano", quasi avessi offerto loro sostanze illegali!
Se poi parliamo di computer a livello istituzionale viene quasi da ridere.
Avete mai provato a fare una richiesta via e-mail ad un ente pubblico?
Io sì, ben poche volte ho ricevuto risposta!
D'altra parte é difficile aspettarsi altro se gran parte della classe politica italiana, mai molto amante delle novità, é nata quando nel paese erano rare pure le automobili!
A questo punto, cercando di tirare le fila del discorso possiamo dire che: ci troviamo in un paese che diffida della scienza, non la considera a tutti gli effetti cultura, usa poco e male il WEB....chiedere che le istituzioni scientifiche riescano a fare buona diffusione scientifica su Internet sembra una richiesta veramente impossibile!
Aggiungo poi,una frecciatina a chi fa scienza....talvolta si ha l'impressione, ma forse sbaglio, che anche loro considerino la scienza una cosa per pochi, qualcosa che non vale la pena di spiegare a chi, pensano, non sarebbe comunque in grado di capire.

Donatella
cincimenica
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 28/01/2011

Re: Come la scienza "usa" il web?

Messaggioda Marco » 05/06/2011

Cara Donatella,

grazie per il tuo intervento che contiene diversi spunti interessanti... anzi, una miniera di spunti interessanti! Molte cose andrebbero sviluppate separatamente, per non fare troppa confusione; hai ragione tu, dovremmo parlare di web e di divulgazione in maniera indipendente, per definire meglio le varie problematiche.

Molto corretto, a mio avviso, l'appunto sulla diffidenza (tutta "italica") verso la cultura scientifica. Purtroppo non va molto di moda l'idea di una promozione "integrale" della figura umana, nell'accesso ai vari rami della cultura, tutti di pari dignità. A noi purtroppo a volte piace innamorarci delle "idee" a scapito della realtà; così si può passare da una svalutazione globale della cultura scientifica, che si respira in tanti ambienti, alla sua esagerata esasperazione quale unica fonte di conoscenza vera (e una vena di scientismo purtroppo percorre le dichiarazioni di diversi ricercatori di spicco).

Il mio pensiero è, molto semplicemente, che ogni posizione che allontana i vari aspetti della cultura nuoce all'uomo, alla società. Vedere la cultura come un'avventura in cui addentrarsi, invece, aiuta e stimola la meraviglia verso il reale. In questo cammino c'è Leopardi, c'è il secondo principio della termodinamica; c'è Ungaretti, c'è la fusione all'interno delle stelle... almeno io la penso così. Sarà che mio papà oltre ad essere più che valido astrofisico era speleologo, appassionato di storia, esperto di cunicoli.. ;)

Rimandando ad un prossimo intervento lo sviluppo degli altri spunti, spendo due parole sul fatto degli scienziati. E' vero che alcuni considerano la scienza una cosa per "iniziati", che non può essere spiegata (per fortuna non mi sembra siano molti: diversi miei colleghi anzi si impegnano, a vari livelli, anche in conferenze ed attività più divulgative).

Personalmente penso che una larghissima parte dei risultati scientifici, anche quelli più "esoterici", può essere spiegata in modo da risultare affascinante e sufficientemente chiara. Cosa si perde? Non si perde la chiarezza, nella spiegazione, come tanti pensano. Se chi spiega è bravo si arriva a capire il nocciolo della questione, anche senza matematica. Si perde probabilmente la possibilità della "falsificazione" (se io divulgo un mio risultato difficilmente chi mi ascolta avrà gli strumenti per poterlo confutare), ma questo è normale: la falsificazione va lasciata ai colleghi. Ma la ricerca può essere spiegata, ed in qualche modo (visto che è fatta quasi sempre con denaro dei contribuenti) "deve" esserlo. Bisognerebbe forse smettere - anche noi scienziati - di vedere la divugazione come un'attività meno "prestigiosa" della ricerca in sè. Nella pagina "info" di GruppoLocale ho voluto mettere questa citazione:

"…divulgare significa andare al cuore di ciò che muove l’interesse di chi ricerca, perché lì ci sarà qualcosa di interessante e comunicabile a tutti, qualcosa che ha un senso e una bellezza per tutti. Quindi comunicare l’importanza della ricerca va oltre le sue ricadute tecnologiche, pure importanti.”
(Marco Bersanelli)


Saluti,
Marco Castellani
INAF - Rome Astronomical Observatory
http://about.me/marcocastellani

"Solo lo stupore conosce"
(Gregorio di Nissa)
Avatar utente
Marco
Amministratore
 
Messaggi: 53
Iscritto il: 27/11/2010
Località: Roma, Italia

Re: Come la scienza "usa" il web?

Messaggioda Umby » 05/06/2011

Credo che Donatella abbia ragione.
Penso anche che i cronici ritardi nella diffusione di alcune tecnologie di massa in Italia come il WEB sia da imputarsi alla miopia dell'amministrazione pubblica che al di là di annunci roboanti non è mai andata.
La situazione italiana è ancora come cent'anni fa:
Guglielmo Marconi cercava di trovare finanziamenti per proseguire i suoi studi sull’invenzione del telegrafo senza fili e si rivolse al ministero delle Poste e Telegrafi del Regno d’Italia, al tempo guidato dall’on. Pietro Lacava. La lettera non ottenne risposta e venne liquidata dal ministro con la scritta «alla Longara», il manicomio posto in via della Lungara a Roma.
I discendenti dell’on. Lacava sono ancora lì, a pontificare su cosa sia di primaria importanza per il paese, mentre i giovani talenti italiani dopo vent'anni di studi e sacrifici fuggono all’estero per trovare il loro giusto riconoscimento.
Ed è così ora per il WEB, dove i mediocri - che sono la stragrande maggioranza - lo usano unicamente per passarsi le catene di S.Antonio via email, disconoscendone il reale valore e potenziale.
--

__________________________
Avatar utente
Umby
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 13/12/2010
Località: Siena, Italy

Re: Come la scienza "usa" il web?

Messaggioda Marco » 05/06/2011

Concordo.

Il nostro paese ha dato al mondo tanti scienziati di grandissimo valore, putroppo non è bastato per far entrare "in circolo" la nozione della validità e dell'importanza della ricerca scientifica, come apertura mentale e come impegno per le prossime generazioni. Tanto meno nell'epoca attuale, dove la politica spesso naviga "a vista" (per non dir peggio) senza il coraggio di programmare a medio e lungo termine. Eppure ce ne sarebbe tanto, tanto bisogno.
Marco Castellani
INAF - Rome Astronomical Observatory
http://about.me/marcocastellani

"Solo lo stupore conosce"
(Gregorio di Nissa)
Avatar utente
Marco
Amministratore
 
Messaggi: 53
Iscritto il: 27/11/2010
Località: Roma, Italia

Re: Come la scienza "usa" il web?

Messaggioda Marco » 06/06/2011

Marco Castellani
INAF - Rome Astronomical Observatory
http://about.me/marcocastellani

"Solo lo stupore conosce"
(Gregorio di Nissa)
Avatar utente
Marco
Amministratore
 
Messaggi: 53
Iscritto il: 27/11/2010
Località: Roma, Italia


Torna a Scienza e web

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron