Nuovo satellite di Urano

Ha un diametro stimato compreso fra 5 e 10 chilometri ed ? il pi? piccolo fra quelli noti

Il sito web de Le Scienze da’ notizia della scoperta di un nuovo satellite del pianeta Urano, denominato S/2001.



Il satellite appena scoperto

Informazioni piu’ dettagliate si possono trovare su Space.com.

Una curiosita’: come potete leggere sul sito de Le Scienze, “Scoprire satelliti nel Sistema solare sta diventando sempre pi? difficile, ma le pazienti osservazioni archeologiche hanno dato un notevole risultato: un nuovo oggetto intorno a Urano.

Ineccepibile ma… sulle osservazioni “archeologiche”, ci si permetta di dubitare…!

Nobel a Riccardo Giacconi per l’astronomia nei raggi X

L’astrofisico italiano Riccardo Giacconi, insieme a Raymond Davis, sono i vincitori dei Nobel 2002 per l’astronomia.

Lo scienziato, nato a Genova ma cittadino americano dal 1977, e’ stato scelto per i suo lavori pionieristici sulla radiazione in banda X.





Riccardo Giacconi

(Credits: Chandra website)


Durante la sua carriera, Giacconi trovo’ la prima sorgente di raggi X al di fuori del sistema solare, e fu anche il primo a rilevare le sorgenti di raggi X che ora la maggior parte degli astronomi ritiene che contengano dei buchi neri.

Maggiori informazioni e link a pagine riferentisi a Giacconi e alle ricerche in banda X, si possono trovare su Newscientist.com, ScienceDaily Magazine, BBC News. Inoltre ll motore di ricerca Google propone una serie di link per ulteriori approfondimenti.

Nuove immagini dalla sonda MGS

Nuove immagini ad alta risoluzione dalla sonda Mars Global Surveyor!

La sonda MGS non è per nulla andata in pensione, ma continua a mandare a Terra immagini di altissima risoluzione, anzi della risoluzione più alta mai ottenuta. In questo caso, si tratta di una di quelle zone dove l’erosione molto recente da parte di un fluido è chiaramente visibile (in inglese vengono chiamati “gullies”).

Il Mars Global Surveyor e’ entrato nel suo sesto anno di orbita intorno al pianeta rosso. MGS raggiunse Marte il 12 settembre 1997. Le prime immagini furono ottenute il 15 settembre

Gullies nel cratere (Credits: NASA/JPL/Malin Space Science Systems)

La risoluzione di circa un metro e mezzo, consente di studiare particolari grossi appena una decina di metri.

Ulteriori particolari sul sito Malin Space Science Systems

Crediti: Alfonso Mantero

Scoperto un mondo di ghiaccio oltre Plutone

A quanto pare, il sistema solare sta “crescendo”: il telescopio spaziale Hubble ha appena individuato un pianeta ghiacciato oltre l’orbita di Plutone…!

“Quaoar”, come e’ stato battezzato, e’ il piu’ grande oggetto nel sistema solare mai osservato fin dal tempo della scoperta di Plutone, avvenuta piu’ di settanta anni fa. Quaoar e’ localizzato nella fascia di Kuiper, una zona che si trova oltre l’orbita di Nettuno, densamente popolata da oggetti simili a nuclei di comete, ricoperti di ghiaccio.



Una immagine “artistica” di Quaoar

(credits: NASA e G. Bacon, STScI)



Con i suoi circa 1300 chilometri di diametro, il pianeta risulta grande circa la meta’ di Plutone. Si puo’ considerare l’oggetto piu’ lontano nel sistema solare mai risolto da un telescopio!

Per quanto sia piu’ piccolo di Plutone, Quaoar e’ comunque piu’ grande in volume di tutti quanto gli asteroidi messi insieme, anche se probabilmente la sua massa raggiunge solo un terzo della massa totale della fascia degli asteroidi, poiche’ il ghiaccio, di cui e’ composto in gran parte, e’ piu’ leggero della roccia. Nel dettaglio, si ritiene che sia composto appunto di ghiaccio misto a roccia: non diverso in cio’ da una delle tante comete, sebbene sia circa 100 milioni di volte piu’ grande in volume…!

Per maggiori informazioni, si rimanda alla press release sul sito del telescopio spaziale Hubble.

2002 Sci/Tech Web Awards – Astronomia

La rivista Scientific American ha pubblicato sul suo sito i “Web Awards”, i siti piu’ rilevanti, selezionati tra la miriade di pagine esistenti sul web, nell’ambito Scienza/Tecnologia…

Per il secondo anno la prestigiosa rivista lancia questa interessante iniziativa, frutto di una accurata ricerca e selezione tra tutte le informazioni presenti sul web. Per altre informazioni sui “web awards”, consiglio di leggere l’articolo completo. In questa sede diamo uno sguardo a cio’ che piu’ ci interessa, ovvero i cinque siti scelti nella sezione “Astronomia e Astrofisica”.

  • The Nine Planets: A Comprehensive Tour of the Solar System

    Veramente ben costruito e ricco di informazioni questo sito, direi quasi d’obbligo per chi sia interessato al nostro sistema solare. Non solo pianeti, ma asteroidi, comete, insieme con notizie sulla storia e sulla mitologia…

  • Ned Wright’s Cosmology Tutorial

    Ben costruito anche questo sito in cui si trova una esposizione “non tecnica” della cosmologia, insieme con notizie aggiornate sugli ultimi sviluppi di questa disciplina. Unica potenziale difficolta’, la necessaria comprensione della lingua inglese. Problema in questo caso superabile, grazie alla traduzione del sito in lingua italiana!

  • SkyView,

    Skyview, sito della NASA, e’ un Osservatorio Virtuale capace di generare immagini di ogni parte del cielo a diverse lunghezze d’onda, dal radio ai raggi gamma. Un completo form di ricerca permette di individuare facilmente l’oggetto o l’area di cielo di interesse…

  • Nasawatch

    Sobrio ma decisamente informativo, di interesse per chiunque ricerchi informazioni aggiornate sul programma spaziale statunitense (ma vi si trovano anche informazioni sui programmi ESA e notizie astronomiche… ovviamente in inglese!)

  • Astrobiology.com

    Tutto quanto compete all’astrobiologia, da come nacque e si sviluppo’ la vita sulla Terra, alle ipotesi riguardo la possibilita’ della vita su altri pianeti…

Questo per quanto riguarda i Web awards di Astronomia di Scientific American. Una domanda puo’ apparire… spontanea: sono veramente i cinque siti migliori che si sarebbero potuti selezionare? Qualcosa di veramente importante (naturalmente, in lingua inglese) e’ per caso rimasto fuori? Vi invito a lasciare le vostre opinioni come commento a questo articolo, oppure nel forum!