Le curiose “ombre lunghe” su Saturno…

Qual è l’origine delle inusuali “ombre lunghe” sul sistema di anelli di Saturno? Nessuno ne è ancora certo. Mentre Saturno si avvicina all’equinozio, il sistema di anelli si viene a trovare in posizione tale da mostrare solamente il bordo sottile in direzione della Terra. Di conseguenza, le lune di Saturno gettano delle ombre allungate direttamente sugli anelli: un esempio chiaro ne è la luna Mimas vista nella parte superiore destra dell’immagine.

Le curiose “ombre lunghe” sul sistema degli anelli di Saturno…
Crediti:
NASA, JPL, Space Sciences Institute

Tuttavia la serie di ombre strette e molto elongate, di cui l’immagine presenta un esempio, sono decisamente più inusuali. Al proposito, si sa da molto tempo che  gli anelli di Saturno sono composti da piccole particelle,  tuttavia tali particelle erano sempre sfuggiti ad una visione diretta. E’ dunque particolarmente eccitante il fatto che una ipotesi preliminare abbia indicato queste ombre allungate come formate dalle silhouette di gruppi di particelle transienti, temporaneamente tenute insieme dalla rispettiva gravità.

Future indagini certamente ci potranno dire di più: intanto la sonda Cassini continuerà a fotografare lo stupendo sistema degli anelli di Saturno, preparandosi per l’equinozio che avverà nell’agosto di quest’anno.

Astronomy Picture of the Day, 15 aprile 2009

Hubble ci mostra quattro lune di Saturno in fila…

Il 24 febbraio, il Telescopio Spaziale Hubble ha catturato una foto assai interessante nella quale si possono ammirare quattro delle lune di Saturno allineate in una perfetta sequenza davanti al loro pianeta “padre”. Le lune che si scorgono, a partire dalla sinistra, sono la bianca e ghiacciata Encelado, poi Dione, abbastanza simile, la grande e arancione Titano, e la ghiacciata Mimas. A motivo dell’angolazione rispetto al Sole, ognuna di queste risulta preceduta dalla sua propria ombra…



Le lune “in fila” davanti a Saturno…
Crediti:NASA, ESA and the Hubble Heritage Team (STScI/AURA)

Continua a leggere Hubble ci mostra quattro lune di Saturno in fila…

Trovata una piccola luna di Saturno, probabile causa dell’anello “G”

La sonda Cassini ha di recente individuato una piccola “nuova” luna all’interno dell’anello denominato “G”, che appare come un debolissimo punto luminoso. Gli scienziati ritengono che possa essere il vero motivo per la presenza dell’anello G stesso…

Continua a leggere Trovata una piccola luna di Saturno, probabile causa dell’anello “G”

Da Cassini indicazioni sull’origine di un anello di Saturno…

Gli scienziati che seguono la sonda Cassini potrebbero aver identificato l’origine di uno dei più misteriosi anelli di saturno: l’anello “G” è probabilmente formato da particelle ghiacciate relativamente grandi, che si trovano all’interno di un arco brillante, posizionato nella parte più interna dell’anello stesso…

Pare che le particelle siano confinate entro l’arco dagli effetti gravitazionali della luna di Saturno chiamata Mimas. Alcuni “micrometeoriti” entrano in collisione con le particelle, producendo piccoli grani delle dimensioni della polvere, che “illuminano” l’arco. Tali granellini vengono man mano spinti fuori dall’arco sede della loro formazione, dal campo magnetico locale, allargandosi infine a formare l’anello “G” …

NASA/JPL Press Release