Fisica fondamentale

“…la ricerca in fisica fondamentale ha dimostrato di essere dietro tutte le grandi svolte tecnologiche dell’epoca moderna, dai raggi X al web, dalla risonanza magnetica alla Pet. Se vogliamo aprire nuovi orizzonti, anche in altre discipline, non possiamo rinunciare a conoscere sempre meglio le particelle elementari, cioè ciò che compone noi stessi e tutto ciò che esiste.”

Sergio Bertolucci, direttore della ricerca del Cern

Vedi i tuoi più illustri colleghi…

Vedi i tuoi più illustri colleghi scienziati, che magari hanno fatto anche delle scoperte grandiose, nei quali a poco a poco quella fiamma nell’occhio si spegne, e che cosa resta? Cosa resta di quell’infinito per cui a diciannove anni ci si sentiva fatti? E allora mi è venuto da dire a quei ragazzi, di getto: «Voi dovete scappare da quelli che vi dicono così: “Adesso alla vostra età si dice che si vive per l’infinito, ma poi vedrete, a quaranta, cinquanta, sessant’anni, perderete questa illusione”, non dovete seguirli perché invece quel desiderio di totalità è la verità di noi, è quello per cui noi siamo fatti, è quello che ci tiene vivi, sempre, a venticinque, a trenta, a cinquanta, a ottant’anni, perché questa fiamma, questa tensione, questa attesa della totalità è l’attesa che l’infinito intercetti la mia strada ora, nel punto in cui sono ora, di poterne fare esperienza ora»

Davide Prosperi, in “Come si fa a vivere” http://goo.gl/zcbwMn

perdersi

Perdersi con lo sguardo fra le stelle, è come cominciare a camminare nella propria anima, esplorando passo dopo passo pensieri, sentimenti, desideri […] perdersi con lo sguardo fra le stelle a volte fa ritrovare parti di se’ che neppur credevamo di avere o conservare.

Anton Vanligt