E’ arrivata la primavera su Nettuno…!

Benche’ sia il piu’ freddo e lontano tra i pianeti maggiori del nostro sistema solare, Hubble ha colto delle evidenze che indicano come su Nettuno sia … scoppiata la primavera!

Osservazioni di Nettuno condotte dal telescopio Hubble, nell’intervallo temporale di pi? di sei anni, hanno mostrato un aumento nel numero e nella brillanza delle bande di nuvole presenti per lo pi? nella zona meridionale del pianeta.

Tali variazioni sono ritenute a carattere “stagionale”: bisogna dire per? subito che su Nettuno le stagioni non durano mesi, come sulla terra, ma decine di anni. Naturalmente ci? ? legato alle caratteristiche specifiche dell’orbita del pianeta intorno al Sole: per compiere un’intera orbita il pianeta impiega infatti la bellezza di circa 165 anni, e dunque una “stagione” pu? durare circa una quarantina di anni. Se quanto osservato ? davvero legato alle variazioni stagionali, gli scienziati si aspettano dunque che l’aumento di brillanza nella zona meridionale continui per un’altra ventina di anni circa.

A confronto le immagini di Nettuno acquisite negli ultimi anni…
Credit: NASA, L. Sromovsky, and P. Fry (University of Wisconsin-Madison)

Nonostante le nuove scoperte su Nettuno, per?, il pianeta conserva ancora molti enigmi per gli scienziati che lo studiano: primo tra tutti, il fatto che la dinamica dell’atmosfera del pianeta – assai elevata, con forti venti e frequenti uragani – risulta difficilmente comprensibile sulla base dell’esigua quantit? di energia che si stima sia a disposizione per tali fenomeni (ripartita tra quella diinterna” e quella ricevuta dal Sole).

Per approfondimenti si pu? consultare la press release sul sito di Hubble

Pubblicato da

Marco Castellani

Astrofisico, divulgatore, scrittore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *