DART rimane a terra, ma parte la nuova Soyuz

La povera DART, il modulo spaziale completamente automatizzata…

La povera DART, il modulo spaziale completamente automatizzato, rimane a terra. La data del lancio previsto per oggi ? ufficialmente “da determinarsi” ,a causa di dubbi sollevati da una delle revisioni di routine.Ma per una che resta c'? una che parte. La nuova capsula Soyuz 2, si ? felicemente staccata da terra alle 18.30 di ieri pomeriggio dal cosmodromo di Plesetsk. La capsula verr? usata regolarmente solamente dal 2007 in una collaborazione tra l'ESA e l'agenzia Russa.

Pubblicato da

Marco Castellani

Astrofisico, divulgatore, scrittore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *